E-commerce e Partita IVA: come aprirla e quali sono i costi?

Oggi proveremo a darvi informazioni utili per aprire Partita IVA per e-commerce e avviare un’attività di vendita online, indicandovi quali costi, obblighi fiscalitasse e contributi andrete a sostenere.

Sei un commerciante o un imprenditore e vorresti sfruttare le opportunità della web? Il settore dell’e-commerce è in costante crescita offrendo interessanti possibilità di fare business.

Per iniziare il tuo percorso nel mondo delle vendite online devi sapere quali sono le spese che dovrai prendere in considerazione.

Come avviare un’attività di vendita online?

Negli ultimi anni, il fenomeno degli e-commerce ha raggiunto enormi proporzioni, diventando uno settore altamente redditizio e in costante espansione. Amazon. Zalando, etc…credo possano darvi idea delle infinite potenzialià del settore.

E-commerce: cosa dice la normativa?

A prescindere dal sistema di vendita online che andrai ad utilizzare, dovrai fare riferimento alla medesima disciplina.

L’obbligo di aprire partita IVA per e-commerce sussiste, infatti, quando l’attività di vendita online diviene regolare e continuativa, a prescindere dal tuo reddito. Nello specifico, se hai registrato un sito web o hai sottoscritto un servizio con un altro portale (come il già citato Amazon FBA), non si può più parlare di vendita occasionale: dovrai, pertanto, procedere con l’apertura della partita IVA per e-commerce per essere in regola con il fisco.

In Italia, il settore degli e-commerce è regolamentato dal Decreto Bersani (D.Lgs. 114/98) che, con l’Art. 21, accomuna la vendita online alle altre forme di “vendita a distanza”. Di conseguenza, sia che tu intenda aprire un tuo portale di e-commerce, sia che tu preferisca appoggiarti a siti come Amazon (e simili), sarai assoggettato alle medesime regole fiscali: quelle che riguardano, in generale, la vendita di prodotti.

Apertura Partita iva e-commerce: gli adempimenti fiscali che devi conoscere

Per meglio comprendere quali siano gli adempimenti fiscali da ottemperare nell’apertura di un negozio di commercio elettronico, è utile procedere nel modo che segue:

  • Presentazione della SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività), mediante la “Comunicazione Unica”, entro 30 giorni dall’inizio dell’attività, con conseguente iscrizione al Registro delle Imprese della Cciaa (Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura) ed apertura della posizione previdenziale INPS;
  • Apertura della Partita Iva, mediante la compilazione del modello AA9/11 per le persone fisiche, diversamente, per le società ed enti AA7/10 e, durante questa prima fase, dovrai compiere – come vedremo – due importanti scelte, ovvero: Codice ATECO per ecommerce; Regime fiscale per ecommerce.

Nel caso in cui, invece, stai svolgendo già un’attività d’impresa e, pertanto, già titolare di partita Iva, per avviare un sito e-commerce, sarà necessario aggiungere al tipo di attività svolta il codice “Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto via internet” (ATECO 47.91.10) e poi comunicare alla Camera di Commercio, lo svolgimento dell’attività che ci si appresta a svolgere.

Ecco perché è consigliato farsi affiancare da un esperto in ambito fiscale, un professionista, un commercialista, che sappia consigliarti la soluzione per te più vantaggiosa.

Dopo l’apertuta dell’e-commerce? Altri consigli per fare business?

📌 Due in assoluto…

1- Attivare un numero verde e renderlo ben visibile nella vostra homepage. Sarà sintomo di organizzazione e di realtà strutturata.

Il numero verde è un eccezionale strumento di marketing per tutte le partite IVA che vogliono offrire un supporto post vendita alla clientela o per promuovere i propri prodotti e servizi.

Imprenditori, imprese multinazionali e liberi professionisti possono attivare il numero verde e utilizzarlo come mezzo per suscitare, in ogni potenziale cliente, l’ interesse che crea fatturato. Essere sempre reperibili é il valore aggiunto assoluto.

E se non puoi ( non riesci ) a gestire le chiamate che arriveranno per i prodotti o servizi del tuo e-commerce?

A voi il secondo consiglio… 🙂

2- Segretaria.me: un’assistente dedicata che risponde al numero verde per te 7 giorni a settimana.

Cosa fa la segretaria virtuale?

📌 Aumenta l’efficienza e la produttività.
📌 Gestisce le chiamate in entrata e uscita,
📌 Fissa gli appuntamenti, crea la rubrica, aggiorna l’agenda e il calendario, segnala eventuali urgenze tecniche del tuo e-commerce e ti avvisa in tempo reale.

SEGRETARIA.ME, UN SUPPORTO REALE ALLA TUA ATTIVITÀ.
MIGLIORA IL TUO LAVORO E IL TUO TEMPO!

Bonus 25 Euro Segretaria.me

Related posts

Leave a Comment