Smart&Start Italia: sostegno per startup innovative.

Smart&Start Italia è il piano per startup innovative. Le domande si potranno presentare a partire dal 20 gennaio e sarà previsto uno stanziamento di circa 90 milioni di euro.

Con la circolare della Direzione Generale per gli incentivi alle imprese n. 439196 del 16 dicembre 2019 sono state definite le tempistiche e le modalità di presentazione delle domande per accedere a Smart&Start Italia, il nuovo strumento lanciato dal MISE per agevolare la nascita e lo sviluppo delle startup innovative.

Come funziona? A chi si rivolge?

La misura agevolativa è rivolta alle startup innovative che intendono realizzare programmi di investimento aventi ad oggetto lo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, dell’intelligenza artificiale, della blockchain e dell’internet of things, oppure programmi di investimento finalizzati alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.

Le startup devono essere costituite da non più di 60 mesi alla data di presentazione della domanda e devono essere classificabili di piccola dimensione.

Possono presentare domanda anche le persone fisiche che intendono costituire una startup innovativa. In tal caso, la costituzione della società deve avvenire entro 30 giorni dalla comunicazione di ammissione alle agevolazioni.

Possono accedere a Smart&Start Italia anche le imprese straniere che si impegnano a istituire almeno una sede operativa sul territorio italiano.

Quali sono le agevolazioni previste?

Le startup richiedenti possono beneficiare delle seguenti agevolazioni:

  • finanziamento agevolato, senza interessi, per un importo pari all’80% delle spese ammissibili. Il finanziamento ha durata massima di 10 anni.
  • servizi di tutoraggio: le sole startup innovative costituite da non più di 12 mesi possono usufruire di servizi di tutoraggio tecnico-gestionale identificati in base alle caratteristiche delle startup. Il valore dei predetti servizi è pari a 7.500 euro.

Attenzione…

  • Nel caso in cui la startup sia interamente costituita da donne e/o da giovani di età non superiore a 35 anni, oppure preveda la presenza di almeno un esperto con titolo di dottore di ricerca conseguito da non più di 6 anni e impegnato stabilmente all’estero in attività di ricerca/didattica da almeno 3 anni, l’importo del predetto finanziamento è pari al 90% delle spese ammissibili.
  • Per le startup innovative che abbiano sede in  Puglia, Sicilia, Abruzzo, Calabria, Basilicata, Campania, Molise e Sardegna, il finanziamento agevolato viene restituito in misura parziale, per un ammontare pari al 70% dell’importo di finanziamento agevolato concesso per le spese del piano di impresa. Inoltre, per le Startup localizzate in queste regioni, il valore dei servizi di tutoraggio è pari a 15.000 euro.

Come fare domanda?

Le domande possono essere presentate a partire dal 20 gennaio 2020 esclusivamente per via telematica, utilizzando la procedura informatica messa a disposizione sul sito internet di Invitalia secondo le modalità e gli schemi indicati.

SEGRETARIA.ME, UN SUPPORTO REALE ALLA TUA ATTIVITÀ.
MIGLIORA IL TUO LAVORO E IL TUO TEMPO!

Bonus 25 Euro Segretaria.me

Related posts

Leave a Comment